ciclico

Errore di ridondanza ciclico…
Mi ha sempre incuriosito questo vecchio errore dei lettori dei pc, vi è mai capitato?
Che per quanto tu insista e riprovi, l’errore si ripete, ed ormai quello che c’era nel tuo prezioso dischetto non puoi più salvarlo…
A volte basta la superfice rovinata di un cd.
A volte non sai neppure perchè.
Pensi solo che forse era destino.
Crudele.
Ma ciclico. Perchè prima o dopo accade di avere qualcosa di importante che non possiamo recuperare…

E dai la colpa a ciò che vuoi, però… non serve a niente…
Ciclico. Che certe cose finiscano.
O che tu capisca che ormai… non funzionano più…
E ciclico che per fortuna ne arrivino altre. Importanti.
Sorprendenti.

Pronte a far parte di me… o di te…
Ciclico e strano. Strano come in certe persone io ci credessi, e adesso dovrei invece accontentarmi e non mi va.
Chiudo il cuore un istante e provo a dirmi che non è così.
Ma è soltanto un attimo, e so di aver ragione.
Perché so cosa manca, adesso.
Adesso che vedo treni passare ancora sui miei binari ma senza salutare più, e mi fa male sentirli andare via.
Sono stanco di voltarmi ed inseguirli.
In questo scorrere veloce, almeno per una volta voglio guardare soltanto i treni in arrivo.
E giro la ruota, escono altri numeri, altri sogni, altre speranze.
Ed esce una parola. Ed è sostituire.
Trovare spazio ad un piccolo nuovo entusiasmo.

Perché ciclico forse è giusto.
Perchè non sono riuscito a salvare le vecchie cose quando ancora potevo provare.
Ed a fare quella copia di sicurezza che poi nella vita non si può fare mai.
Senza scordare ciò che è stato, dovrò accettare anche che certe cose non tornano.
Il tempo poi cancellerà… oppure è sempre qui che sbaglio…
Il tempo nasconderà soltanto.

Ma devo fare in modo che le mie scelte non siano pentimenti.
Devo fare in modo di essere più…
Un po’ più…

Un pò più me stesso…
e un pò più spesso…
Esco nella terrazza… il profumo del basilico fresco… con le foglie ancora umide dell’acqua data poco fa… un vento leggero che muove appena le foglie degli alberi… dall’altra parte della strada…
Le guardo… ascolto un pò… e sorrido…
E sono ancora vero…

gAs


 
… e resto con un’idea…
…la semplice convinzione che sta in una frase…

non interrompere mai qualcuno
che ti sta mostrando affetto

…vivilo…


… sundial dreams… kevin kern…

Annunci

13 risposte a “ciclico

  1. ….non interrompere mai qualcunoche ti sta mostrando affetto…….
    già….ma dov\’è?
    questa sera sono in astinenza di coccole…d\’affetto….
    di tutto forse….
    come forse è solo un momento….
    è solo un momento….ma non ho più voglia di viverlo….
    :))
    dolcenotte gas…è solo un attimo così
    emma
     

  2. Questo tuo scritto mi ha fatto a pensare a quando uno chiude un capitolo della sua vita per iniziarne un altro. Ho temuto ti fosse capitato qualcosa di triste, come la fine di un amicizia, di un amore, o semplicemente la perdita di qualcosa a cui tenevi. Ma poi la conclusione serena e tenera del messaggio mi ha fatto bene sperare e cioè che qualunque cosa ti capiti, troverai sempre in te stesso la capacità di andare avanti, voltare pagina, aggrappandoti alle piccole cose che la vita offre. Ciao gAs. Lucia

  3. Puoi  viverlo  solo  se  non ti  distrugge  il cuore..nel  comprendere  se sei veramente importante….oppure  puoi assaggiare  solo attimi  rubati  di affetto necessari  nel ciclo  della  vita .ciao  Gas

  4. "La felicità spesso si insinua attraverso una porta che non sapevate di aver lasciato aperta"…. quella porta accostata siamo noi.. più pensiamo di averla chiusa, sbarrata, inchiodata.. e più rimane aperta. forse è vero che bisogna solo essere di più se stessi.. che ad essere felici ci vuole coraggio. io intanto scardino la mia porta e attendo.. dopo una "fine" c\’è un "inizio"… ciclico.

  5. gAs…
    Tutto ciò che inciampa nelle nostre vite è inciampato per qualche motivo.
    Sono certa di questo.
    Sono certa che tutto ci arricchisce,che tutto ci eleva a qualcos\’altro che da soli non potevamo raggiungere…
    E queste inutili imposizioni che a volte diamo al cuore sono solo la risposta a quell\’attimo in cui ci siamo fermati a guardare chi c\’era intorno e ci siamo resi conto di quanto sia strano che uno in certe persone ci credesse…e adesso invece…
    Ora mi chiedo…
    Io sono qui,a lasciare un commento nel blog di qualcuno che non so chi sia,perché un giorno per caso in questi meccanismi della virtualità,siamo inciampati l\’uno nei pensieri dell\’altra…
    E quindi mi chiedo…
    Cosa avrei avuto in meno se non fossi inciampata in te?
    E mi rispondo che non avrei potuto avvertire la mancanza di qualcosa che non c\’era…
    Ma eccoti,ed eccomi.
    Perché non saprò chi sei,ma so quanta anima hai.
    E anche se tu domani non ci sarai,ugualmente non sarai sostituibile…
    Ognuno è il suo cuore,la sua anima e il suo cervello…
    Il tempo non dimentica. Il tempo imprime. Il tempo vive.
    E ci sono treni che partono e treni che arrivano…
    Tu prendili tutti.
    Ho imparato che nella vita è sempre meglio un rimorso di un rimpianto…
    E prendilo si,tutto l\’affetto dato.
    Prenditi sempre tutto quello che vuoi.
    Ché a nascondersi dietro i falsi fantasmi della mente,ci si ritrova sempre un pò più vuoti.
    Sempre un pò più soli.
     
    Così tu non chiederti niente…e vivi…vero come sei…come le tue parole…come i colori che scegli per dare un tono a quello che dici…
     
    Buona domenica gAs…

  6. Tu vivi i tuoi colori, magari non proprio vivaci, ma sono belli, infondono serenità…
    Poi ti mostrano colori vivacissimi, te ne mostrano anche le sfumature. Ti immergi, le vivi…ad un tratto spariscono. Le tue pupille nonostante questo si ostinano a vederli ancora ma si fa strada un grigio devastante, ormai lo vedi e ti avvolge nella sua spirale di consapevolezza difficile da accettare.
    I pastelli sono tutti grigi.
     

  7. ….non so come questa notte ho aperto un mio post di un po di tempo fa…
    c’era un tuo commento….l’ho riletto…
    mi sono commossa….
    e…..
    e…..
    grazie gas…anche tu ci sei sempre
     
    dolcenotte
    emma

  8. ed è ciclico anche il fatto che ho sempre casini con adsl grrrrr
    eh sarà nel mio karma mhaaa heheh….. io credo sempre che
    niente accada per caso..nemmeno gli errori…e se ogni volta va così
    non puoi farci niente….ansi…solo una cosa…prendere le cose così come vengono
    VIVERLE come tu stesso hai detto.. perchè sforzarci di cambiare le cose come non
    vogliono andare? la vita è un pò come un fiume…a volte puoi deviare il suo corso ma
    non la sua forza… l\’acqua va oltre ogni nostro possibile sforzo…. e poi ci sono cose che
    invece non cambiano mai…. le tue parole dense di emozioni … e non sai che bello ogni volta leggerti
    un abbraccio e buon ferragosto
    quasi  sicuramente non avrò modo di ripassare prima…

  9. La cosa migliore da fare, quando ti accorgi di non poter agire diversamente, è quella di lasciar andare… mollare la presa, voltarsi altrove. Non vuol dire questo semplicemente nascondere la testa sotto la sabbia -assolutamente no-, ma significa accettare la natura ironicamente ciclica delle cose. Nulla è per sempre… e quel poco che rimane, muta anch\’esso. E\’ inevitabile.Perdere e ricostruire è un processo così difficile che, pur facendo parte della vita di ciascuno, si differenzia per ogni singolo individuo. E bisogna affrontarlo da soli… non c\’è altro modo. Con o senza il sostegno altrui, alla fin fine è in solitudine che va fronteggiato, nel profondo di se stessi prima ancora che nella realtà esterna.E\’ per te questo un momento di perdite e riconquiste? Forse per me lo è… non ne sono sicuro. Ma credo sia più probabile che l\’intera nostra vita sia in verità un\’estensione di questo processo… ironico, no? In un certo senso…   

  10. "Ciclico e strano. Strano come in certe persone io ci credessi, e adesso dovrei invece accontentarmi e non mi va."e come si fa a ricominciare? si + vero…è ciclico…ma quando una cosa finisce non sai se ricomincerà e stai lì nel dubbio, nella paura che tu rimanga solo, che tu non torvi altre persone vere in cui credere…mahsolo parole…"non interrompere mai qualcunoche ti sta mostrando affetto…vivilo…"Anche questa frase mi ha colpito molto e hai ragione ma se devi evitare di dare vane speranze a chi ti sta mostrando affetto? come si fa?

  11. Ciclico..
    Ciclico come le volte che torno qua…E mai per errore…
    Ciclico…
    Come le emozioni che mi regali gni volta che ti leggo…
    Ciclico… come il sorriso che mi rimane impresso sulle labbra ogni volta che leggo i tuoi pensieri nel mio spazio…
    Ciclico
    Come quelle parole che ritornano, ogni volta…
    Ciclico come…
     
    Ti voglio bene Gas…
     
    Un bacio

  12. mi piace tutto il post…
    ma quello che mi piace di più è l’ultimo pensiero…
    il mio affetto l’hanno sempre rifiutato tutti…
    e ormai, quando mi accorgo che provo affetto per qualcuno, mi prende la paura… la paura di sentirmi ancora addosso la colpa di voler bene a qualcuno…
    sto piangendo….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...