cento passi sulla sabbia…

Leggo una frase sul mio msn…
Di fianco a un nome… una cara amica… "Sulla sabbia… dei passi portati via dal vento "
Orme sulla spiaggia… Ci penso e… anch’io ne ho fatti di passi qui… li credevo eterni, ma mi volto adesso a guardarli e… sbiadiscono sotto gli occhi… Non credo sia stata colpa del vento… credo sia stata colpa mia. Perchè ho camminato vicino all’acqua del mare… si stava bene, c’erano un sacco di  riflessi, sfumature. Forse non tutti i colori dell’anima, ma… tanti. Ma questo mare che non è mai stato mio ha sempre seguito altre regole, cicli che non potrò mai controllare, chiudere in una gabbia… E se ti distrai, qui arriva un’ onda, forte come il battito di un cuore che accelera, accelera… e quel che trova di fragile se lo porta via… piccole splendide conchiglie che vedevo, ascoltavo e non ho stretto… così rare, così pulite… e con loro anche le orme, i miei passi incerti…
Dolci impronte lasciate qui con voi, sulla spiaggia di un mare che era solo qui, perchè pur restando seduti su una panchina, si può anche riuscire a camminare insieme, qualche volta. Ne sono sicuro. Perchè di notte qui ci facevo anche tardi, e al mattino avevo ancora la sabbia sotto i piedi…
E non importa se non c’era davvero. Non ho mai controllato. La sentivo, e questo bastava…
Quante volte il mare, il vento, son già passati di qui, dalle nostre orme… perchè è tanto che non torno… è tanto che sono distratto…
E mentre mi mettevo da parte, per scelta o costrizione, certi sorrisi non li spengevo e non si stancavano… mi sento diverso, possibile? Se mentre io ricordo, qualcuno all’apparenza dimentica, ecco che mi sento diverso…
E sento il freddo di queste emozioni congelate…
E adesso… prova a riscaldarle come in un microonde, se ti riesce…
Le cose vanno via… Si perdono… chissà…
Lo sbaglio è che viverle significava anche credere che ci fosse ancora tempo… che ci sarebbe sempre stato… invece quel che è perso è semplicemente perso. Ma lo faccio per me adesso… per aprire gli occhi… per capire che il tempo passa, cambia e cambiano le cose…
Così, non riuscirò mai a camminare due volte sulle stesse orme allo stesso modo… ma tornerà la voglia, il bisogno di lasciarne ancora… E quei passaggi dove invece sentirò questa sabbia sfiorarla appena, sarò io a cancellarli per primo…
Certe volte vorrei quasi chiedere scusa, per come sento le cose… e sarebbe meglio se in certi momenti restassi semplicemente ad ascoltare, anzichè pensare e parlare…. invece senza volere, ogni volta mi ritrovo a dire… di più.
E non è più di quel che sento, ma di quel che posso e riesco a far capire… perchè non ho sempre le parole più adatte, e allora sbaglio. Qualcuno allora muove un piccolo passo indietro, quasi impercettibile, ma lo sento lo stesso… e d’istinto, tiro indietro la mano che tenevo tesa…
Io non so parlare molto… è sempre stato un problema… spesso mi mancano le parole, come adesso… L’emozione non ha voce, certo…
Posso solo prendere quel che ho, una frase, un pensiero, e metterci intorno una melodia… quella che sento dentro e tra le orecchie… Così mentre parlo, mentre la ascolto, qualcuno ascolta me…
Per altri invece sono un play mai partito, in pausa da sempre. Ecco perchè mentre scrivo cancello qualche nome… cercando di mettere ordine nelle mie cose, tra la gente che conosco davvero e chi invece mi ha lasciato solo un nick, un anno fa…
E intorno a me so di avere anche qualcuno che fa soltanto finta di esserci… lo capisco e lo lascio stare, controsensi che fan parte di me, che continuo a tenere lontana la parola illudersi , e finchè posso la chiamo crederci. E’ sciocco, ma credendoci è come se mi alleggerissi di responsabilità future, verso me stesso, verso qualche piccolo dolore semmai dovesse arrivare…
E come tutti vivo momenti dove il tempo ti fa credere che non ti porterà mai via niente… e tu ci credi, perchè quel che vuoi è tutto quanto lì e lo stringi…
Ma il tempo non ti avvisa in tempo… un pensiero come un gioco di parole… magari un pò crudele, perchè quando deve andare, lo fa e basta. In fretta.
E nessun rewind al mondo lo farà tornare tuo.
Possiamo solo trattenere il ricordo… dolce, insperato di quei giorni… per non sentirsi scivolare via quel mantello che faceva da sfondo ai sogni…
Tutto quanto è fatto di piccoli voli e poi cadute… ed io non so volare, non imparerò mai. A volte mi sembra solo di saper saltare… E non sempre… Qualcuno che passava in quell’istante, magari mi ha visto sospeso per un attimo e può aver pensato che sapessi volare, chissà… Ma appena passato, proprio mentre distoglieva lo sguardo, son tornato giù… è normale, se non sai volare…
Era solo un finto volo…
Perchè per volare ci si nasce, come c’è chi nasce con la serenità nel cuore e qualcuno, invece, la serenità non sa neanche cosa sia…

Centesimo post… centesima volta che lascio qualcosa qui…
Cento motivi per sorridere mentre è tempo anche di qualche ricordo… Tempo di un battito di mani ed anche di qualche titolo di coda che scorre…
Poi tutti si alzano e vanno verso l’uscita… alla fine di un post…
Ma io resto ancora un pò… che questa notte, se voglio, ha ancora tanto da darmi…

"la tua vita adesso puoi cambiare
solo se sei disposto a camminare
gridando forte senza aver paura
contando cento passi lungo la tua strada"

Annunci

11 risposte a “cento passi sulla sabbia…

  1. e non finirò mai di stupirmi prendendo tra le mani l’esile filo dei tuoi pensieri
    così apparentemente affastellati ma così profondamente collegati tra loro
    lego le tue parole e sento lo sgomento per ciò che non hai saputo, voluto, potuto vivere
    ogni passo che noi facciamo
    ogni istante che noi viviamo è unico e irripetibile e comporta la rinuncia ad altri passi
    ad altri istanti
    la vita
    vivere è una continua anche se spesso inconsapevole scelta
    per usare le tue parole quella conchiglia piuttosto che l’altra
    e poi guardandoci indietro alle volte ci chiediamo se non sarebbe stato meglio…
    ma la conchiglia è già svanita e noi possiamo solo continuare il nostro camminare
    il nostro vivere attimi irripetibili
    conservando stretto nel cuore il ricordo di quelli più preziosi
    e anelando a viverne ancora
    continuando la nostra ricerca senza fine
    inseguendo l’eco di sogni magari svaniti
    e cercando e costruendo nuovi sogni
    cercando e costruendo nuovi infiniti da raggiungere
    senza aver paura
    ricordando senza rimpianti
    un sorriso
    Claudia

  2. …..gasss….gas tu non sai volare?….amico mio…perchè a me piace chiamarti così…nonostante la risacca del mare ;)forse non te ne accorgi….forse non sai stare in volo per molto….forse….forse……ma tu sei una delle anime più piacevoli che io abbia trovato qui….qui dove ho anche trovato l’amore…..vi sono tante orme gas….vere ed illusorie…..e delle volte ciò che sembra un’orma labile….dura nel tempo……la vita è strana….il tempo è strano….noi siamo strani…..prendiamoci per quello che siamo…che possiamo essere…..va tutto bene così….anche io e te…..perchè io ti chiamo ”amico”;))ti abbraccio….sempreemma….l’impossibile ;)

  3. Eccomi gAs a dirti che sono passata….lascio la mia orma che nessuno potrà cancellare, solo tu potrai farlo. Se guardi indietro puoi constatare che ti ho seguito nei voli e nel cammino.

  4. centesima volta che lasci un brivido al cuore col tuo gentile passo con l\’animo delicato e coi pensieri profumati e… te lo dico sottovoce… scarto un altro bacio per leggere il prossimo biglietto,stavolta dice:è bello leggerti ma mai quanto accompagnarti..ti voglio bene

  5. …siamo circondati da milioni di persone, persone ke vediamo tutti i giorni…ci sono quelli che ci ascoltano e tentano di capirci,ci sono quelli ke fanno finta di ascoltarci e alla fine fanno un sorrisetto,ci sono quelli a cui di noi non interessa niente, e tanti altri ancora…è il mondo che ci circonda…nel mondo del web…all\’inizio non siamo altro che avatar,magari uno diventa amico dell\’altro semplicemente perhè ha una bella immagine…siamo un mumero…c\’è chi fa a gara a vedere a chi ha più amici…sono pochi quelli a cui interessa veramente quello che scriviamo sulla spiaggia,quello che il mare non riesce a portare via…c\’è chi nel leggere un post si commuove…c\’è chi si porta via un pezzo in cui crede veramente…eppure sono sempre persone che ci circondano…leggo molto attentamente tutti i tuoi post,mi piace quello che scrivi,mi piace come lo scrivi, mi piace quello che senti…a volte siamo sulla stessa onda…e faccio parte delle persone che a volte si commuovono nel leggerti…un abbraccio

  6. sai gas ..ti rivelo una cosa …..io sono un strana donna c si innamora di molte cose ….e degli uomini mi colpiscono le mani …e mi piacciono molto quelle che suonano il piano del video ….sarà la musica…il tempo ,l\’attardarsi sul tasto….ma la dolcezza di certi movimenti non ha euguali…Io dalla rete ho avuto molto e quando ho attesa qualcosa sono poi stata disillusa…ma lì proprio dove non mi aspettavo nulla ,ecco….proprio da lì ho conosciuto molto.Oggi sono spesso sincera in rete e non rinuncio a divertirmi anzi …ho solo cercato quello che faceva per me al di la dei condizionamenti …(se fosse possibile).e persone in rete sono davvero molte e molte vivono la rete in modo diverso …parecchio di ciò che gira è effimero ma non per questo meno bello ….è una buona palestra per "l\’acchiappa attimo " che non è un invito all\’infedeltà ma davvero il ricordarsi (come diceva nel film) che siamo cibo per i vermi.Giorno dopo giorno pensandoci immortali buttiamo la nostra vita in azioni che non sono davvero nostre……staccare la spina dai condizionamenti almeno due volte al giorno è salutare….se poi si riesce a prendere la stazione (mio sentire) possiamo considerarci dei veri fortunati (altro che superenalotto)ciao gas :) :) :) da una che apprezza molto i castelli di sabbia e cmq.vive in un appartamento vero :) :) :)

  7. lo sapevo che stasera era importante passare di qua…ho provato ad andare a dormire alle 21.30 perchè avevo sonno…ma il sonno poi non arrivava e mi sono alzata di nuovo e sono venuta al pc e gira e volta ho deciso di passare da te…e potevo mancare al centesimo post? Certo, potevo….ma meglio di no :)sai una cosa? mi piace tanto leggere i tuoi post quanto leggere i post degli amici che ti scrivono…avverto che la sensazione di alcuni di loro…è la stessa mia…tutti ti scrivono con dolcezza perchè è questo che trasmetti loro…non posso credere che tu non sappia cosa sia la serenità…forse ho frainteso qualche parola…o forse…mi vuoi raccontare qualcosa via mail?…lì da me c\’è un caffè che ti aspetta…buonanotte gAs

  8. ciao, ogni tanto torno nel tuo spazio. Stavolta è accaduto leggendoti da Claudia, così mi siedo un attimo da te, nella tua panchina numero 100 e lascio una piccola orma che magari il vento impetuoso spazzerà facilmente.Le cose vanno via…si perdono…a volte nemmeno iniziano…chissà il perchè. Succede nella vita reale, ancor più qui dove intendi ed intenzioni diversi fanno da calamita, elastico o da muro.Anche io non so volare e il mio non volo delude chi anelava a pindariche trasvolate. Mi spiace, certo, a volte me ne scuso, ma io sono così.Sono piccoli gesti i miei, piccole mani tese in un abbraccio lieve ma vero, attimi forse effimeri, forse costruiti sulla sabbia, forse invece intensi e reali perchè comunque in quegli attimi io ci sono con tutta me stessa.Non c\’è motivo di rimpianti, sgomenti, patemi, c\’è solo il rispetto delle motivazioni proprie e altrui.E\’ stato piacevole leggere il tuo post e chiaccherare sulla tua panchina. Un attimo di piacevolezza. Va bene anche così.:-)Maria Rosaria

  9. hai lasciato delle orme anche sulla mia spiaggia, mi ha così toccato quello che scrivi, che sono incapace di dire altro, corro a mettere una diga, le tue orme non se ne andranno più, niente le cancellerà, sei splendido amico mio,p.s. io non sono nata per avere la serenità nel cuore… e ormai non riesco più nemmeno a volare….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...