tra una foglia che cade ed un raggio di sole

Non c’è neanche un ordine di tempo in queste parole…
Si sono accavallati giorni ed emozioni, e li ho lasciati qui. Volevo solo questo. Tanto già domani non avrebbe più importanza sapere se tutto questo l’ho scritto in un sabato mattina, o vissuto in un martedi qualunque…

Ed è arrivato. Oggi l’ho sentito, era lì che aspettava. Noioso e scostante come lo ricordavo.
L’ho riconosciuto mentre ero ancora in macchina, e mi è rimasto lo sguardo sospeso a pensare…
Sospeso… perchè dopo questi giorni di sole dentro, quasi a lui non ci pensavo più.
E guardavo avanti. Tra una goccia di pioggia che cadeva e il tergicristallo che la portava via…
Poi quante ne sono arrivate all’improvviso… quante gocce ho visto arrivare e spandersi davanti a me. Confondersi tra di loro e insieme scivolare via…
Peccato perderne così tante e non vederle più. Peccato, che magari erano pure belle. Peccato. Io non ci ho mai creduto alle cose uguali come gocce d’acqua… Non ci credo che a guardarle bene sarebbero state tutte uguali. Posso non crederci, vero?
E credere invece che ognuna possa anche essere diversa, sentirsi diversa come siamo diversi noi.
Che se ci fermiamo all’apparenza, siamo tutti uguali.
Che se non ci guardiamo dentro e ci scopriamo, siamo proprio uguali.
Siamo soltanto gente.

Autunno… e come ogni anno, l’ho visto divertirsi a dar calci alle foglie… a farle rotolare via sui marciapiedi… E vorrei potergli dire in faccia, ti piace? …non sai che rabbia mi fai…
Ho sfiorato un parco, questa mattina… lo sfioro soltanto e non ci passo mai dentro, non lo so perchè. E’ vicino al posto in cui lavoro, ma non sono mai riuscito a sentirlo mio. A volte serve un motivo, a volte una piccola cosa. E non l’ho trovata ancora.
Due passi durante una pausa… Un quarto d’ora a respirare il sole…
Mi ostino a non pensarci, continuo a illudermi che lei sia ancora qui… Con il sole negli occhi a scaldarmi… Con il cielo azzurro a illuminarmi…
Lei, l’estate che ho nel cuore…
Lui, l’autunno senza cuore… o che non so mai ascoltare…
Ma stamani sorridevo, e tu che c’eri lo sai…
Tu… che sei arrivata lì con me e non lo so se hai capito, mentre ti indicavo quel mucchio di foglie ai lati della strada… Non so se mi leggi dentro abbastanza per capire che quel che stavo vedendo non l’avrei lasciato lì, ma l’avrei portato con me. Fin qui…
E che ci avrei portato anche te, tra queste righe, pensa che non lo sapevo neppure io… finchè non mi sono seduto qui e ho cominciato a scrivere…
Perchè quando sento, quando guardo e non ho soltanto gli occhi, non dò mai spiegazioni… nè  per gli altri nè a me stesso…
Siamo tutti involontarie comparse in quel che vedo. Sono i pensieri giusti, poi, che ci rendono protagonisti…
Te l’ho detto come funziona… scatto una fotografia e poi aspetto che si muova, che affiorino momenti che riconosco. Ed anche questi pochi passi insieme, li ho visti bene e li ho chiamati serenità… Per questo li ho portati qui. Per questo ti ho guardata mentre frugavi nella borsa, cercando le chiavi per rientrare…

Domani ci sarà il sole.
Lo sorprenderò in mezzo alla pioggia e mi lascerò scaldare. Poi calpestando le foglie, le vedrò consumarsi poco a poco. E sarà di nuovo primavera… :)

LE FOGLIE MATTE
Le foglie matte si lasciano andare
dal soffio del vento si fan trasportare…
C’è quella gialla che gioca a palla
c’è quella rossa che fa una gran corsa
c’è quella marrone che fa un bel ruzzolone
e quella arancione che vola come un aquilone…
Solo la verde si tiene ben stretta
perché di cadere non ha proprio fretta…

C’era un cielo stupendo questa mattina. Quando sono uscito di casa il cielo era pieno di nuvole rosse…
Sembravano attaccate al cielo come calamite sulla porta di un frigorifero…
Pochi istanti e ho dovuto voltargli le spalle… che ero già in ritardo. Sette passate da qualche minuto. Ho fatto i soliti passi, le solite vie prima di salire in macchina. Sono passato davanti a un portone nel momento in cui un signore anziano stava già uscendo di casa… era distratto e non pensava al gradino da scendere… Ce n’era uno solo. D’istinto l’ho aiutato a restare in piedi, mentre barcollava con le braccia in avanti… Lo ricordo ed è come accadesse ora… nel presente. Lo vedo adesso. In qualche modo lo sorreggo e riesce a non cadere. Gli regalo due parole per tranquillizzarlo. E’ rosso in viso e un pò spaventato… è andata bene, dice. Accenna un sorriso, resto un istante a guardarlo e gli sorrido anch’io, mentre lo lascio e mi allontano.
O con le stesse parole, potrei anche dire che mentre mi allontano, oggi sorrido…
E adesso ci ripenso e… è una cosa sciocca, ma se mi fossi fermato di più a guardare il cielo, probabilmente quel signore sarebbe caduto. Probabilmente si sarebbe fatto male. E probabilmente, oggi non avrei nemmeno sorriso così…

Annunci

10 risposte a “tra una foglia che cade ed un raggio di sole

  1. Sicuramente non avresti sorriso così….perchè aiutare gli altri è in assoluto, secondo me, la cosa migliore da fare e che ci fa star bene dentro l\’anima. Buon sabato e domenica gAs.

  2. lo sai?sono fermamente convinta che nulla accade per caso…e oggi la tua frettail tuo titardola tua (forse) insofferenzati hanno regalato un sorrisoun sorrisodi quelli che accarezzano il cuoreun sorrisodi quelli che ti si stampano in faccia e non vanno via perchè sono nati dal cuoreti è andata bene gAsin questa giornata di consapevolezza dell\’autunnoin questa giornata in cui le foglie ormai morte rotolano viain questa giornata di mancanza dell\’estateti è andata benequesta giornata ti ha regalato un sorrisodici poco?che questo sorriso rimanga nel tuo cuore e sul tuo viso anche nei prossimi giorniè un bel sorrisoti regalo il mio, frutto questa volta del piacere di percepire il tuononstante l\’autunnoClaudia

  3. Oggi qui piove. Niente sole.Ma il sole arriva nel leggerti, GaS…il sole è nelle tu parole,nella poesia con cui le appoggi lievi sullo sfondo nero del blog…il sole è dentro di te…un abbraccio e un augurioper una serena domenica :o)))

  4. foglie….un\’accettabile perdita per salvare la pianta madre …..e se fossi una di loro ballerei prima di cadere tra i raggi di un timido sole, andarsene con coraggio, così come si è vissuto …..ps: non chiedere mai il permesso al altri di credere o "non credere"che non sia il tuo cuore (……Posso non crederci, vero?………in fondo siamo ciò che credimo……… e tu x me sei un uomo gentile caro gas :) :) :) )

  5. L\’estate….la serenità…l\’autunno…..la malinconia….eppure..in questa giornata d\’autunno un sorriso appare sul mio volto………certe volte….un buon libro, una persona vicina, sorreggere gli altri, fare due passi o leggere il blog di gAs…..possono scaldarti il cuore come i raggi di uno splendido sole….ogni giorno può trasformarsi in un giorno d\’estate…basta cercare il Soledentro o fuori di te…e allora ..un sorriso si dipingerà sul tuo volto indipendentemente dal colore del cielo….un abbraccio

  6. :)grazie del bentornata.In realtà non sò che aria è quella che si respira.Diciamo che forse è un pò di aria pulita.Essermi "alleggerita" di un pò di cose è stato un passetto in avanti. Speriamo duri :)E tu..come stai?

  7. di sole quest\’autunno ce ne sta regalando davvero tanto (almeno da me, al sud…giornate che sembrano di piena primavera), ma ci sta donando anche i suoi splendidi colori, proprio come quelli delle foglie matte, colori che ci lasciano a volte senza fiato…no, dai…non è senza cuore l\’autunno…ha anch\’esso un grande animo perchè prepara la madre terra al grande e benefico abbraccio di Morfeo…e poi..se il sole è in te, dentro di te,…riuscirai a trovarlo anche nella fitta e spessa nebbia.Si dice che nulla accada per caso e a quel signore anziano gli è andata bene perchè tra i suoi gradini ha incrociato te…sarebbe potuto accadere anche in un giorno di pioggia o di vento gelido e sicuramente avreste sorriso entrambi lo stesso…lieta del tuo passaggiociao :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...